18 marzo 2017 redazione@ciociaria24.net
LETTO 9.399 VOLTE

Camorrista evade nella notte dal carcere di Frosinone. In tutto il Frusinate è caccia all’uomo

Un detenuto questa notte è evaso dalla sezione di alta sicurezza del carcere di Frosinone. Un secondo non è riuscito nel suo intento, rimanendo ferito.

Un detenuto questa notte è evaso dalla sezione di alta sicurezza del carcere di Frosinone. Un secondo non è riuscito nel suo intento, rimanendo ferito.

Queste le dichiarazioni del segretario generale aggiunto Cisl Fns, Massimo Costantino: «Due detenuti: un italiano ed un albanese sarebbero evasi dal vecchio reparto. Sono passati nel passaggio dietro alla televisione, sono saliti sopra all’istituto e sono scesi con l’ausilio di alcune lenzuola. L’albanese è stato preso dal personale della polizia penitenziaria nell’intercinta e, probabilmente, ha riportato un danno alla colonna vertebrale. Successivamente nell’ambulanza gli sono stati trovati due telefoni cellulari».

Secondo quanto pubblicato da Angela Nicoletti su Il Mattino, si tratterebbe di Alessandro Menditti di Recale, in provincia di Caserta, componente del clan Belforte e detenuto per gravi reati. Arrestato nel 2012 dalla squadra mobile di Caserta, l’erede della famiglia camorristica dei «macellai» deve scontare una pena fino al 2026.

L’evaso potrebbe essere rimasto ferito. Testimoni hanno notato una persona claudicante che cercava di dileguarsi nelle campagne circostanti il penitenziario di via Cerretto. In tutto il Frusinate è caccia all’uomo con elicotteri e personale di polizia, Carabinieri e Finanza ovunque.

scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App

wpDiscuz
Menu