3 giugno 2016 redazione@ciociaria24.net
LETTO 116 VOLTE

Con l’Ultimo Simposio si chiude la serie degli eventi della Manifestazione Culturale “Dodici Contemporaneamente!

Ultimo appuntamento questa settimana inerente la manifestazione “Dodici Contemporaneamente” edizione 2016. Una edizione che ha riscosso tanto successo proprio perché è stata caratterizzata da una grande partecipazione di pubblico che in ogni occasione si è mostrato interessato e attento. L’organizzazione ha fatto sapere che dal 7 di maggio scorso, inizio dell’Evento culturale, ad oggi si è avuta una presenza stimata in più di 4000 visitatori che hanno affollato il Chiostro di Sant’Agostino, sia per visitare la Mostra di Arte Contemporanea, sia per partecipare agli incontri-dibattito in programma, tutti seguiti con grande interesse. Dunque è alle porte l’ultimo fine settimana della mostra Dodici Contemporaneamente e l’ultima tornata di conferenze ed appuntamenti. Sabato 4 giugno alle 18.00 nel chiostro di Sant’Agostino sarà la volta del rettore dell’università di Cassino, Giovanni Betta, a parlare delle strade alternative nel mondo del lavoro. Stavolta l’argomento è di quelli fortemente attuali in Italia, infatti la conferenza di Betta avrà come titolo “Studiare e lavorare in Italia – Perimetri, prospettive e vie di fuga”. A curare l’introduzione all’ultimo appuntamento sarà Francesca Campoli, la quale affiancherà il professor Betta rettore dell’università di Cassino e del Lazio Meridionale. Betta è, fra l’altro, coautore di oltre 250 lavori scientifici pubblicati in riviste ed atti di convegni nazionali ed internazionali. La sua ricerca riguarda soprattutto i sistemi di misura basati su tecniche d’intelligenza artificiale. Il simposio di sabato prossimo arriva dopo un altro weekend di grande successo per la mostra e per le attività culturali parallele. Infatti oltre al pienone fatto registrate dalla conferenza di Piergiorgio Odifreddi e al successo di quella di Mario Torta, sabato e domenica è stata la volta delle fuoriserie presentate dalla Bmw a Veroli, mostrando alcuni veicoli top gamma e richiamando l’attenzione di numerosi visitatori sia sull’evento, che sulla mostra. Il weekend alle porte sarà anche quello per tirare le somme finali riguardo il conteggio conclusivo dei visitatori che hanno percorso le sale e i corridoi dell’allestimento. Infatti fino a domenica scorsa, come abbiamo detto, il numero si aggirava intorno alle 4000 presenze, secondo una stima per difetto stilata dagli organizzatori i quali non hanno potuto che dirsi ampiamente soddisfatti dei risultati raggiunti.

Ultimo appuntamento questa settimana inerente la manifestazione “Dodici Contemporaneamente” edizione 2016. Una edizione che ha riscosso tanto successo proprio perché è stata caratterizzata da una grande partecipazione di pubblico che in ogni occasione si è mostrato interessato e attento. L’organizzazione ha fatto sapere che dal 7 di maggio scorso, inizio dell’Evento culturale, ad oggi si è avuta una presenza stimata in più di 4000 visitatori che hanno affollato il Chiostro di Sant’Agostino, sia per visitare la Mostra di Arte Contemporanea, sia per partecipare agli incontri-dibattito in programma, tutti seguiti con grande interesse. Dunque è alle porte l’ultimo fine settimana della mostra Dodici Contemporaneamente e l’ultima tornata di conferenze ed appuntamenti. Sabato 4 giugno alle 18.00 nel chiostro di Sant’Agostino sarà la volta del rettore dell’università di Cassino, Giovanni Betta, a parlare delle strade alternative nel mondo del lavoro. Stavolta l’argomento è di quelli fortemente attuali in Italia, infatti la conferenza di Betta avrà come titolo “Studiare e lavorare in Italia – Perimetri, prospettive e vie di fuga”. A curare l’introduzione all’ultimo appuntamento sarà Francesca Campoli, la quale affiancherà il professor Betta rettore dell’università di Cassino e del Lazio Meridionale. Betta è, fra l’altro, coautore di oltre 250 lavori scientifici pubblicati in riviste ed atti di convegni nazionali ed internazionali. La sua ricerca riguarda soprattutto i sistemi di misura basati su tecniche d’intelligenza artificiale. Il simposio di sabato prossimo arriva dopo un altro weekend di grande successo per la mostra e per le attività culturali parallele. Infatti oltre al pienone fatto registrate dalla conferenza di Piergiorgio Odifreddi e al successo di quella di Mario Torta, sabato e domenica è stata la volta delle fuoriserie presentate dalla Bmw a Veroli, mostrando alcuni veicoli top gamma e richiamando l’attenzione di numerosi visitatori sia sull’evento, che sulla mostra. Il weekend alle porte sarà anche quello per tirare le somme finali riguardo il conteggio conclusivo dei visitatori che hanno percorso le sale e i corridoi dell’allestimento. Infatti fino a domenica scorsa, come abbiamo detto, il numero si aggirava intorno alle 4000 presenze, secondo una stima per difetto stilata dagli organizzatori i quali non hanno potuto che dirsi ampiamente soddisfatti dei risultati raggiunti.

 

scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
Menu