venerdì 7 luglio 2017 redazione@ciociaria24.net

«Se mi ami non piangere!». I funerali di Gina Turriziani Colonna, il dolcissimo addio di mamma Mirella

Una cerimonia sobria e composta. Un silezioso raccoglimento capace di fare più rumore delle urla strazianti che oramai siamo abituati ad ascoltare quando accadono disgrazie come quella piombata sulla famiglia Turriziani Colonna.

La Chiesa della Sacra Famiglia a Frosinone Scalo non è bastata per accogliere tutti coloro che oggi hanno voluto testimoniare, con la loro presenza, l’affetto nei confronti di Gina, brillante studentessa laureanda in Medicina, volata via domenica scorsa a soli 27 anni nei pressi di un maledetto incrocio a Borgo Grappa, vicino Latina. Doveva essere una giornata di mare tra le acque del nostro Tirreno quella della sfortunata ragazza frusinate. Ma invece di nuotare, Gina ha iniziato a volare senza fare più ritorno a terra.

L’omelia funebre del parroco è stata un invito alla speranza, perché gli splendidi occhi di Gina, vispi e pieni di vita grazie allo splendore della gioventù, adesso devono essere certamente da qualche parte nel cielo. «Se mi ami non piangere!»: ha usato le parole di Sant’Agostino il sacerdote, prima di concludere il suo intervento, cercando di dare speranza a tutti in un momento nel quale anche la fede più incrollabile viene messa a durissima prova. «Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo – ha scandito il parroco – se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento in questi orizzonti senza fine, e in questa luce che tutto investe e penetra, tu non piangeresti se mi ami».

Al termine della celebrazione eucaristica, nessun intervento da parte dei presenti: il sacerdote ha invocato il raccoglimento chiedendo a ognuno di conservare nel cuore il proprio ricordo di Gina. All’uscita della bara dalla Chiesa, dopo un breve e composto applauso, tutto si è svolto nel silenzio e nel rispetto del dolore dei familiari della giovane, i cui volti, stravolti dal dolore di questi sei giorni infiniti, saranno difficili da dimenticare per chi era presente.

Papà Silverio, Isabella e Mamma Mirella sono attesi ora dalla fase più angosciante di questa tragedia: ricominciare senza la presenza fisica di Gina. Ancora una volta, la madre della ragazza frusinate, con grande coraggio, ha tracciato la strada da percorrere per continuare a vivere. Questo il dolcissimo post con cui, attraverso il social, si è accomiatata dalla sua amata figlia: «Amore di mamma, il tuo desiderio si è realizzato. In questo spazio di sopravvivenza tu ora ci cammini accanto. Sarai il dottore delle nostre anime, curerai i nostri cuori infranti, troveremo conforto nel tuo sorriso e il tuo esserci allieverà i nostri dolori. Un giorno ci prenderai per mano e voleremo insieme a te. Grazie di esserci stata e di esserci sempre».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

Resterà il ricordo della sua bella e solare personalità……i suoi sogni infranti !

R.I.P.Angelo bello!

R.I.P

R.i.p.

Sentite condoglianze

E.T.R.

R.I.P sentite condoglianze alla famiglia

R.l.P. piccolo angelo, condoglianze alla famiglia

R.i.p.

R i p piccolo angelo

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti