NOTIZIE

25 Novembre, Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne: la poesia di Chiara Cinelli

L'alunna del CFP di Isola del Liri scrive alcuni versi in occasione dell'importante ricorrenza.

Ormai i dati nel mondo parlano chiaro
è facile premere il grilletto e uccidere con un semplice sparo
ogni anno milioni di donne vengono uccise
e ogni giorno causano scomparse improvvise

bisogna avere carattere e coraggio per poterlo raccontare
di chiedere aiuto per poi denunciare
trovare la forza di bloccarlo e ingannarlo prima
botte, violenze subite, insulti che uccidono eleminando l’autostima
tanto si sa che finirà con l’uccidere, l’ammazzare
una donna che muore è una vita che si spegne e una persona che scompare

gli amori della nostra vita che si trasformano in mostri
arrivando a tale punto che subisci, taci e non lo dimostri
una trasformazione brutta, surreale e sconvolgente
il cielo putroppo vede tace e pure lo consente
uomini attraenti, inteligenti e colti che tutto ad un tratto diventano violenti
è perche l’amavo e tenevo molto a lei la scusa per giustificare così i loro precedenti
coloro che non accettano la fine di un rapporto
la loro vita inutile e inconsapevole ma nel frattempo c’è chi ci ha rimesso la sua vita ed è morto

quegli uomini che pretendono amore con i soldi e la persecuzione
non capendo che una persona non si conquista con la forza ed il denaro, ma con dei veri sentimenti e la buona educazione
non è con la violenza che si entra nel suo cuore
neanche con la vendetta, né odio ma neanche tutto quello che le ha cusato dolore
un passato ormai segnato
e in loro per sempre stampato
incancellabile senza rispetto e stima
ormai nulla tornerà come prima
evitando una seconda possibilità che non verra mai data
sotto lo stretto e ossessivo controllo di una mente malata
sperando che non prendano cattivi esempi dal padre i figli
che per paura non difendono e non mostrano i loro veri artigli
han visto la madre a terra piena di lividi piangere co un occhio nero
e anche se piccoli sono dalla parte delle loro madri e tutte le altre donne con animo sincero

no al silenzio sulle violenze subite
in modo tale da riservare loro ciò che meritano per poi essere punite
noi tutti uniti contro la violenza
e chi uccide in galera scontando la sua pena sperando che cambi cervello e se lo faccia un esame di coscienza
bisogna punire e dare cio che si merita a chi compie comportamenti o atti possessivi e incivili
con limiti di libertà manipolata e legata da invisibili fili

è arrivata l’ora di dire basta e mostrare al mondo intero che nulla è perduto se tutti insieme combatteremo
questa violenza prima o poi la cancelleremo
sono solo brutte persone orrende e senza cuore
che hanno distrutto milioni di vite e piu’ di una vita su cento muore
il corpo di migliaia di donne maltrattato,sfruttato ucciso e violentato
poi lasciato li a terra abbandonato

la vita è un dono prezioso che Dio ci ha regalato
che giornalmente va curato e attraverso i libri e la scuola coltivato
maledette quelle azioni affrettate e scelte folli
che portano ad azioni o comportamenti brutti che assumi e non molli
fino a quando i provvedimenti comportano ad una punizione severa
e tu finirai dritto dritto in galera fenomeno al giorno d’ oggi storico e incancellabile
per giustificare così un azione inaccettabile
si ricorda sempre di fare le cose con amore
ed evitare di uccidere e far spegnere un cuore

Chiara Cinelli
#noallaviolenzasulledonne
#noallaviolenzadigenere

Leggi anche:

Ultime promo:

Back to top button