lunedì 11 Febbraio 2019

Asportazione del tumore e ricostruzione del cuore: strepitosa operazione su un paziente ciociaro

L'intervento, il primo di questa estensione in Italia e molto probabilmente nel mondo, è stato effettuato all'ospedale Sant'Andrea di Roma.

Presso l’ospedale S. Andrea di Roma è stato effettuato un intervento di ricostruzione completa dell’atrio del cuore di un paziente di 62 anni, colpito da tumore al polmone, con una protesi biologica di origine bovina. A condurre l’operazione, è stata l’equipe coordinata dal direttore dell’Uoc di Chirurgia toracica Erino Angelo Rendina.

“E’ la prima volta in Italia per un intervento di questa estensione e molto probabilmente una prima mondiale” – ha dichiarato il professor Rendina. La delicata operazione è stata presentata oggi in una conferenza stampa che ha avuto luogo presso la stessa azienda ospedaliero-universitaria romana, raccontata in prima persone del paziente, Augusto Stefanacci di Ferentino.

«A spiegare la complessa procedura – come si legge sul sito www.ospedalesantandrea.it – è stato il Direttore della UOC Chirurgia Toracica, Erino Angelo Rendina, regista in sala operatoria di una équipe multidisciplinare composta da chirurghi toracici, cardiochirurghi e anestesisti. Alla presenza dell’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, e del Rettore di Sapienza Università di Roma, Eugenio Gaudio, il professor Rendina ha illustrato l’intervento con cui l’atrio sinistro del cuore del paziente è stato resecato e successivamente ricostruito con pericardio bovino, con completa rimozione del tumore polmonare e ripristino della funzionalità cardiaca. Un primato italiano, se non mondiale, che conferma la già nota eccellenza della Chirurgia Toracica del Sant’Andrea, sottolineando la preminenza della sanità laziale nel panorama nazionale».

L’intervento

«Il paziente, un uomo di 62 anni – si legge ancora sul sito del nosocomio romano – era affetto da un tumore del polmone destro che aveva aggredito e invaso anche una porzione del cuore, condizione che sembrava rendere impossibile l’asportazione completa del tumore. A seguito di un’accurata e meticolosa pianificazione messa in atto nei giorni che lo hanno preceduto, l’intervento chirurgico è iniziato alle ore 15:15 del 16 gennaio. L’équipe cardiochirurgica ha istituito la circolazione extracorporea e, quindi, arrestato il cuore. Il tumore è stato poi rimosso asportando il polmone destro e la parte di cuore invasa dalla neoplasia, ossia la quasi totalità della camera atriale di sinistra. È successivamente iniziata la delicata fase di ricostruzione del cuore che ha previsto la sostituzione dell’atrio di sinistra con una protesi biologica perfettamente compatibile, integratasi con il tessuto del cuore nativo. L’intervento si è concluso alle ore 19:15.
Il paziente ha trascorso le prime 4 giornate post-operatorie presso la terapia intensiva cardio-toraco-vascolare ed è stato quindi trasferito presso il reparto di chirurgia toracica. A seguito di un decorso post-operatorio completamente regolare, il paziente è stato dimesso lo scorso 1 febbraio e restituito all’affetto della famiglia presso la propria abitazione. Ha espresso il desiderio di partecipare alla conferenza stampa per esprimere pubblicamente la propria riconoscenza all’équipe operatoria».

“Sto bene e devo ringraziare tutti i medici – ha raccontato Stefanacci – accompagnato dalla moglie. Devo tutto ai professionisti che mi sono stati accanto e hanno fatto sì che io sia qui a poterlo raccontare. Oggi se ho un cuore ‘nuovo’ lo devo a loro».

Come giudichi Ciociaria24? Clicca qui e partecipa al sondaggio per aiutarci a migliorare!
Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a info@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
CRONACA

Sotto shock l'intera comunità locale.

CRONACA

Tutta Veroli si è stretta intorno alla famiglia del ragazzo, provata da un dolore immensamente grande.

CRONACA

La giovane donnna accusata di aver ucciso il figlioletto è stata rinchiusa a Rebibbia.

SPONSOR

Una vastissima scelta, più di quattrocento vetture in esposizione.

SPONSOR

Nel nuovo punto vendita, situato in via Casilina Sud km 142, troverete sia il nuovo Peugeot e Toyota che l'usato plurimarche.

ASL di Frosinone

I pazienti inviati da Ospedali o da Medici di Medicina Generale possono accedere alle Unità di Degenza Infermieristica in h. 24

SPONSOR

Vieni a provare la vettura oggi stesso presso Jolly Automobili, concessionaria Peugeot per Frosinone e provincia, S.S. Monti Lepini km 6,600.

Nuova Range Rover Evoque

Nuova Range Rover Evoque: scoprila da X Class, concessionaria Land Rover per Frosinone e provincia. Ti aspettiamo presso il Gruppo Jolly Automobili, SS 156 Monti Lepini km 6.600.

AVIS

Raggiungici oggi stesso nelle sedi di Frosinone, S.S.156 Monti Lepini, Km 6.600, e Sora, Via Baiolardo, 63, per elaborare insieme la soluzione ideale per le tue esigenze professionali.

Land Rover

Ti aspettiamo oggi stesso presso X Class, SS dei Monti Lepini km 6.600, presso GRUPPO JOLLY AUTOMOBILI, a poche centinaia di metri dal casello autostradale di Frosinone.

MAMA H24

400 famiglie ci hanno già scelto. In tutta la provincia di Frosinone, e non solo, il nostro servizio è ormai un punto di riferimento per chi ha bisogno di assistenza h24. Vi spieghiamo perché.