CRONACA

Daniele Natalia: «Grande senso civico e comunitario degli anagnini. Grazie per quanto è stato fatto»

Il Sindaco di Anagni: «Continuano senza sosta l’erogazione dei Buoni Spesa e la consegna dei pacchi alimentari alle famiglie bisognose grazie al lavoro dei Servizi Sociali comunali e dei volontari che si stanno spendendo alacremente per garantire questo servizio».

Festività pasquali all’insegna del rispetto delle regole ad Anagni. I meccanismi di controllo messi in campo dalle Forze dell’Ordine hanno funzionato su tutto il territorio comunale ed i cittadini hanno dimostrato un elevato senso civico rispettando le norme prescritte per contrastare la diffusione del contagio del coronavirus.

Il Sindaco , analizzando la questione, dichiara: «Gli anagnini stanno dimostrando in questi frangenti di difficoltà un elevato senso civico e comunitario. In tutta Italia si temeva una escalation dei contagi in occasione delle festività pasquali ma il sistema ha retto grazie ai controlli a tappeto delle Forze dell’Ordine e alla volontà mostrata da tutti i cittadini di voler collaborare per uscire il più in fretta possibile da questo tunnel. Un ringraziamento dovuto per quanto è stato fatto e si continua a fare giornalmente va quindi anche alla cittadinanza tutta».

Sul fronte dell’emergenza sanitaria propriamente detta il primo cittadino riporta gli ultimi dati disponibili anche per Anagni: «Porto a conoscenza dei cittadini che ad Anagni, secondo l’ultima comunicazione della ASL, siamo arrivati ad avere 17 casi positivi (di cui 2 guariti) totali. Qualche giorno fa avevo chiesto ai cittadini di non abbassare la guardia in questo momento che è ancora, pienamente, quello della “fase 1” e quindi della piena emergenza sanitaria. Ci troviamo di fronte ad una curva dei contagi oscillante che non permette, almeno allo stato attuale, di tornare a fare la vita di prima; ecco perché è fondamentale continuare a rispettare le regole. Questo non significa solo restare in casa ma anche, quando si esce per motivi di lavoro o necessità improrogabili, seguire le regole per la sicurezza personale e pubblica emanate dalle autorità a difesa della salute. Rispettare le regole significa anche informarsi solo ed esclusivamente attraverso le fonti ufficiali che sono quelle delle pubbliche autorità politico-amministrative e sanitarie poiché anche la diffusione del caos e del panico determinata da notizie non verificate arreca danno alla comunità nella lotta contro il coronavirus».

L’Amministrazione Comunale di Anagni per far fronte a tutte le evenienze determinate dall’emergenza, che per quanto riguarda le sue competenze sono di natura sociale ed economica, ha messo in campo una serie di iniziative che stanno ottenendo anche ottimi risultati; a tal proposito il Sindaco Natalia dichiara: «Fin dai primi giorni dell’emergenza l’Amministrazione si è attivata per rispondere alle necessità ed ai bisogni dei cittadini che sarebbero emersi nel momento di maggiore sforzo. Il lockdown tuttora in vigore se dal punto di vista sanitario è necessario, da quello socio-economico ha generato una serie di problematiche stringenti cui abbiamo risposto con iniziative come la “Spesa Solidale” e la “Solidarietà alimentare”. Continuano senza sosta l’erogazione dei Buoni Spesa e la consegna dei pacchi alimentari alle famiglie bisognose grazie al lavoro dei Servizi Sociali comunali e dei volontari che si stanno spendendo alacremente per garantire questo servizio. Stiamo inoltre studiando assieme agli assessori ed ai consiglieri comunali l’istituzione di una serie di “ammortizzatori sociali” per sostenere il sistema produttivo cittadino che non è solo quello della grande industria ma anche quello dei piccoli imprenditori, degli artigiani, dei commercianti e dei professionisti. Come dico sempre, Anagni non lascia indietro nessuno».

Segui »

Ti potrebbe interessare

Back to top button
Close