POLITICA

Elezioni Consiglio Ordine Architetti Frosinone: si vota il 22 e 23 aprile

Il seggio è istituito presso la sede dell’Ordine e la votazione avverrà in via telematica, da qualsiasi postazione informatica fissa o mobile, tramite la piattaforma 'Vota Facile'.

Si svolgeranno telematicamente le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Frosinone, in prima convocazione il 22 e 23 aprile dalle ore 10 alle 18. Sei i punti salienti del programma elettorale della lista “CondiViviamo l’Ordine – Join the Future”, capeggiata dall’attuale Presidente, Arch. Paolo Vecchio: promozione dell’architettura, azioni ordinistiche, politiche per la professione, identità e ruolo dell’architetto, lavoro, trasparenza, condivisione/comunicazione/informazione.

– Riaffermare la responsabilità etica, la centralità culturale ed il ruolo sociale della professione di Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, quali professionisti garanti della qualità del progetto e del processo costruttivo ad ogni scala d’intervento.

– Continuare nella promozione e difesa delle competenze, per ambiti di pertinenza, al fine di poter restituire dignità alla professione (divulgare e promuovere il rispetto del Decreto Parametri – D.M 17/07/2016 presso le S.A).
«È utile ricordare un fatto di cronaca fondamentale per la tutela delle competenze di lavoro dei colleghi iscritti e che ha visto la partecipazione del nostro Ordine in adiuvandum al ricorso del Comune di Supino (FR) – afferma il Presidente Arch. Paolo Vecchio – L’ordinanza n.4339/2020 del Consiglio di Stato del 10.07.2020 stabiliva chiaramente l’equiparazione delle competenze di ingegneri ed architetti in relazione alla progettazione di opere di urbanizzazione primaria (il caso fa riferimento alla rotatoria stradale, pubblica illuminazione ecc.) in seno al perimetro urbano. Tale ordinanza non è stata confutata dalla Sentenza del Consiglio di Stato n.7587 del 30.11.2020 e pertanto rappresenta un precedente recentissimo nella evoluzione giurisprudenziale. Caso segnalato con orgoglio dal nostro Ordine al CNAPPC, che con stima e riconoscimento, ha provveduto tramite circolari e note ufficiali, a metterne a conoscenza stazioni appaltanti ed Amministrazioni comunali di tutta Italia».

– Essere portavoce di interventi strutturali per migliorare le condizioni di lavoro, facilitando l’accesso, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della professione, le pari opportunità, sostenendo azioni volte a garantire un equo compenso e a rendere il codice deontologico più aderente alla nostra realtà professionale.

– Continuare il processo di modernizzazione dei sistemi di tesoreria e di segreteria per rendere sempre più efficiente e chiara ogni procedura ed azione. Durante il quadriennio passato infatti l’Ordine è stato dotato di un software per la gestione della contabilità finanziaria ed economico/patrimoniale, conforme al DPR 97/2003, per enti pubblici non economici, del Protocollo Informatico con servizio di Conservazione RGP, di un servizio di archiviazione e conservazione delle fatture elettroniche FattPA, del sistema nazionale per i pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione PagoPA. Bilanci: redatti in continuità con le linee di indirizzo definite nel programma di mandato 2017/2021, e dei principi di coerenza, inclusione, rilevanza, trasparenza, periodicità e veridicità, che dal 2017, costituiscono un riferimento primario nella definizione delle strategie e degli indirizzi di questo Consiglio dell’Ordine, seguendo le linee di indirizzo ritenute strategiche per ottimizzare i costi di gestione e funzionamento dell’Ordine.

– Portare a termine la procedura pubblica di avviso per l’acquisto della nuova sede, promossa ed attivata nell’ultima assemblea degli iscritti, possibile solo dopo uno scrupoloso ed attento riordino, compresa la verifica di fattibilità dei residui attivi e passivi della Tesoreria. Proseguire con la redazione dei regolamenti dell’ordine rinnovati, conformemente alle leggi vigenti, ed approvati in questa consiliatura.

– Ridurre la quota per gli iscritti grazie al contenimento dei costi di gestione dell’Ordine in seguito all’acquisto della sede. Già dal 2020, anno di emergenza sanitaria, il Consiglio, pur dovendo provvedere comunque a versare la propria quota di riferimento al CNA, ha cercato di venire incontro ai propri iscritti riducendo del 10% la quota d’iscrizione.

– Sollecitare una più attiva ed elevata partecipazione degli iscritti, soprattutto giovani, alle attività dell’Ordine e a quelle delegate a livello regionale (promozione della rinnovata Territori, delle commissioni, degli osservatori, della Federazione Lazio e degli ordini ecc.).

– Porre l’attenzione sulla centralità del progetto di architettura, promuovendo l’utilizzo dei concorsi di progettazione a due gradi presso pubbliche amministrazioni e soggetti privati del territorio ed attivando iniziative di collaborazione e di supporto, finalizzate a valorizzare la professionalità dei concorrenti e la qualità delle opere di architettura.

– Riportare in primo piano il tema del Genius Loci con indagini ed approfondimenti sulla cultura e tradizione locale, con momenti di riflessione sul ruolo dei nostri territori, per rilanciarli come esempio virtuoso di centri inclusivi, duraturi e sostenibili.
(Per il programma completo clicca qui)

Un’entusiasmante sfida, intrapresa già quattro anni fa dal gruppo di giovani architetti, costellata dal raggiungimento di importanti traguardi volti a rendere la realtà ordinistica aperta, condivisa, trasparente, e ancor più motivata, rinnovata e dinamica con la candidatura attuale per il rinnovo del Consiglio 2021-2025.

Insieme al capogruppo Arch. Paolo Vecchio sono presenti nella lista “CondiViviamo l’Ordine – Join the Future”, per la sezione A: Arch. Massimo Penna, Arch. Tiziana Di Folco, Arch. Aladino Bancani, Arch. Laura Meloni, Arch. Giancarlo di Mambro, Arch. Federica Caponera, Arch. Luigi Di Lorenzo, Arch. Paolo Emilio Bellisario, Arch. Paola D’Arpino; per la sezione B: Arch. Walter Casali.

Il seggio è istituito presso la sede dell’Ordine e la votazione avverrà in via telematica, da qualsiasi postazione informatica fissa o mobile, tramite la piattaforma ‘Vota Facile’. Per poter accedere alla piattaforma e votare basterà inserire il proprio codice fiscale e la password ricevuta via pec. La prima votazione si terrà il 22 e 23 aprile dalle ore 10 alle 18; la seconda il 24, 26, 27, 28 aprile (stesso orario); infine la terza il 29, 30 aprile, 3, 4, 5 maggio sempre dalle 10 alle 18.

Back to top button