17 agosto 2017 redazione@ciociaria24.net
LETTO 1.561 VOLTE

Elisa, una donna straordinaria. Il suo grande cuore è la preziosa eredità che ci lascia

Un esempio di altruismo e amore autentico per la vita, La sua morte lascia un grande senso di vuoto, ma anche una strada da seguire: quella dell'amore.

Elisabetta Marino, per tutti Elisa, non ce l’ha fatta. È spirata la vigilia di Ferragosto al Policlinico Umberto I di Roma, quarantacinque giorni dopo l’investimento di cui era stata vittima a Castelnuovo Parano, lo scorso 1° Luglio. La sua scomparsa ha suscitato grande commozione, non solo a Cassino, città dove viveva con la sua famiglia.

Morire per salvare un cagnolino: può essere? Quando si lancia il cuore oltre l’ostacolo e si ama la vita in modo autentico e senza compromessi sì, può essere. È successo proprio la settimana scorsa a una ragazza di Foggia, travolta da un treno sulla linea Termoli-San Severo mentre tentava di salvare il suo amatissimo cane.

È successo anche a Elisa, ma nel suo caso si è trattato di un cane sconosciuto, uno dei tanti esseri viventi che hanno avuto la fortuna di incontrarla sul loro cammino. La 59enne, sposata e madre di una figlia, era con la sorella nel momento in cui si è fermata sulla SS 630 per soccorrere l’animale.

Mentre si apprestava a metterlo in salvo, la tragedia: un’auto con a bordo due coniugi di Isola del Liri l’ha centrata in pieno. Da quel momento, la lunga agonia della donna durata un mese e mezzo, fino al decesso sopraggiunto il 14 Agosto.

La sua morte ha lasciato un grande senso di vuoto, in chi l’ha conosciuta ma anche in coloro che hanno saputo della sua vicenda dai giornali. Riuscire a metabolizzare notizie del genere è sempre molto difficile, perché esse svelano in modo dirompente tutta la precarietà della vita. Situazioni come quella vissuta da Elisa, difatti, meriterebbero un finale totalmente diverso, invece di farci piangere.

Eppure, noi che restiamo dobbiamo avere la forza di leggere tra le righe di questa tragedia, raccogliendo, con coraggio e amore, proprio come se si trattasse di quel cagnolino in pericolo, la preziosa eredità di questa straordinaria donna: il suo grande cuore.

COMMENTA

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
Menu