POLITICA

Frosinone – avviato il progetto “Before driving”

Obiettivo: prevenire e contrastare gli abusi di sostanze e l’incidentalità stradale, con un’azione mirata a coinvolgere i ragazzi e le ragazze del capoluogo.

È stato presentato questa mattina il progetto “Before driving”, alla presenza delle istituzioni e degli organi istituzionali preposti alla pubblica sicurezza, delle autorità militari e civili del territorio, dei rappresentanti degli istituti scolastici, dell’Aci, delle associazioni e degli enti attivi nell’ambito della prevenzione, dell’informazione e del contrasto della incidentalità stradale e delle dipendenze.

Ad illustrare il progetto, rivolto in particolare a sensibilizzare i giovani, il sindaco di Frosinone, ; l’Assessore alla Polizia Municipale, Maria Rosaria Rotondi; l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Valentina Sementilli; l’Assessore alle Politiche Giovanili, Alessandra Sardellitti; il comandante della Polizia Municipale, Donato Mauro; il Direttore amministrativo della Asl, Dott. ssa Eleonora Di Giulio; il Direttore Dipartimento Salute Mentale e Patologie da Dipendenza, Dott. Filippo Morabito.

Prevenire e contrastare gli abusi di sostanze e l’incidentalità stradale, con un’azione mirata a coinvolgere i ragazzi e le ragazze del capoluogo: con queste premesse è nato il progetto “Before driving”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – dipartimento delle politiche antidroga e avviato dal Comune di Frosinone, settore Polizia locale, in partenariato con la Asl di Frosinone.

«I giovani possiedono creatività, capacità di costituire il futuro, di interpretare la realtà mettendo in campo una visione innovativa – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Il consumo di sostanze spegne ognuna di queste caratteristiche, privando i giovani del futuro e togliendo loro la libertà di vivere pienamente la propria vita e di manifestare le proprie doti e potenzialità. Per questo motivo, è importante che gli enti, per quanto di propria competenza, sostengano iniziative, come ‘Before driving’, in grado di sensibilizzare e promuovere stili di vita sani, attraverso incontri formativi ma anche campagne web, eventi ricreativi, workshop multidisciplinari. In questo modo, sarà possibile diffondere consapevolezza su una tematica purtroppo di grande di grande attualità, sviluppando la coscienza critica dei più giovani sugli enormi rischi di condotte pericolose per sé e per gli altri».

«Abbiamo voluto avviare, con grande convinzione e massima decisione, insieme alla polizia locale di Frosinone, coordinata dal comandante Donato Mauro, questo progetto per la finalità principale di realizzare una sensibilizzazione quanto più ampia possibile dei giovani, ma anche dell’intera cittadinanza, sul tema della incidentalità stradale legata all’uso di alcol e sostanze stupefacenti – ha dichiarato l’assessore Maria Rosaria Rotondi – Il partenariato con la Asl è una parte importante del progetto per il supporto specialistico, sociale e sanitario, rispetto a un fenomeno, quello della incidentalità, caratterizzato specificamente da una problematica sociale, ovvero l’uso di stupefacenti o di alcol, sempre più diffuso, purtroppo ormai alla base di troppi funesti episodi di cronaca locale e nazionale. Le direttrici del progetto saranno tre: formazione, informazione e interventi sul campo. La formazione verrà rivolta ai giovani delle scuole di primo e secondo grado e anche in ambito extrascolastico, mediante le scuole guida. Ulteriore formazione è prevista per le Forze di Polizia locale e provinciale. In programma, anche il censimento e l’aggiornamento della segnaletica stradale, con l’intervento e l’adeguamento ambientale con supporto tecnologico».

Il progetto, della durata di un anno, intende realizzare attività di formazione ed educazione alla salute in presenza o via web per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado con il coinvolgimento dell’Ufficio Scolastico Regionale; iniziative di sensibilizzazione rivolte ai giovani in collaborazione con le scuola guida del territorio, oltre che di promozione della sicurezza sulla strada. Previste attività di Peer education attraverso le testimonianze dei propri pari; progetti di approfondimento realizzati direttamente dagli studenti per incentivare l’adozione di stile di vita sani e attività di formazione a livello normativo, insieme a workshop cinematografici, manifestazioni contro la droga, realizzazione di siti web nell’ambito della diffusione delle informazioni per la prevenzione dalle dipendenze, campagne social, eventi di risonanza regionale e nazionale (concerti, fiere, avvenimenti sportivi). Nell’ambito del progetto, la Asl di curerà, inoltre, lo sportello di supporto per i casi di tossicodipendenza e alcolismo. Gli esperti della Asl saranno anche sul campo, raggiungendo i luoghi maggiormente frequentati dai giovani, per attività di divulgazione e prevenzione.

Back to top button