10 giugno 2016 redazione@ciociaria24.net
LETTO 673 VOLTE

Montecassino candidata a Patrimonio dell’Unesco

“La candidatura di Montecassino alla lista del patrimonio mondiale Unesco non solo è motivo di orgoglio, ma è il riconoscimento ad un lavoro che come amministrazione abbiamo portato avanti per valorizzare l’immensa ricchezza paesaggistica, storica, culturale e turistica di Cassino di cui la nostra meravigliosa abbazia rappresenta, senza ombra di dubbio, il fiore all’occhiello. Non è stato di certo semplice e siamo solo all’inizio, ma siamo felici di essere riusciti ad arrivare dove nessuno prima era arrivato. La data del 20 giugno, quando inizierà a Roma l’iter della candidatura, è stata volutamente indicata e segna l’inizio di una nuova era nel caso in cui, e ne siamo convinti, Montecassino entri nella lista del patrimonio mondiale Unesco.

“La candidatura di Montecassino alla lista del patrimonio mondiale Unesco non solo è motivo di orgoglio, ma è il riconoscimento ad un lavoro che come amministrazione abbiamo portato avanti per valorizzare l’immensa ricchezza paesaggistica, storica, culturale e turistica di Cassino di cui la nostra meravigliosa abbazia rappresenta, senza ombra di dubbio, il fiore all’occhiello. Non è stato di certo semplice e siamo solo all’inizio, ma siamo felici di essere riusciti ad arrivare dove nessuno prima era arrivato. La data del 20 giugno, quando inizierà a Roma l’iter della candidatura, è stata volutamente indicata e segna l’inizio di una nuova era nel caso in cui, e ne siamo convinti, Montecassino entri nella lista del patrimonio mondiale Unesco.

L’ennesimo grande risultato raggiunto dalla nostra amministrazione in ambito culturale e, in questo caso, soprattutto in ambito turistico. Basta analizzare i flussi turistici delle città in cui insistono beni entrati a far parte del patrimonio dell’Unesco. L’incremento del turismo in quelle città è nell’ordine del 25%. Adesso dovremmo giocarci bene le nostre carte nelle sedi preposte nella ferma convinzione che il Mibact, l’organo cui spetta la decisione, terrà nella dovuta considerazione la centralità del ruolo di Montecassino per quanto concerne la storia benedettina nel mondo. Un lavoro in sinergia con associazioni ed enti del territorio finalizzato alla valorizzazione di quei luoghi che rappresentano la storia della nostra città. Penso ad esempio alla riapertura, dopo oltre settant’anni, del Percorso della Battaglia.

Un sentiero di 4 chilometri attraverso quei luoghi, teatro di cruenti combattimenti tra il 1943 ed il 1944, in cui è stata scritta una delle pagine più importanti che ha segnato la storia del nostro Paese. Un progetto al quale abbiamo lavorato con convinzione per restituire una memoria rimasta chiusa per troppo tempo. Penso alla tutela dell’area dell’Albaneta e alla riapertura, anch’essa dopo oltre settant’anni, della Rocca Janula, un altro simbolo per eccellenza della nostra città. Cassino, lo abbiamo sempre detto, è una città a fortissima vocazione turistica ed in questi anni grazie al nostro impegno è tornata a ricoprire quel ruolo centrale che la storia le ha attribuito. La candidatura dell’abbazia di Montecassino alla lista del patrimonio Unesco è l’ulteriore testimonianza di come quando c’è progettualità i risultati arrivano e sono risultati che contano.” È quanto emerge in una nota a firma del sindaco Giuseppe Golini Petrarcone

scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
Menu