CRONACA

27enne frusinate sorvegliata speciale. Per due anni non potrà uscire di casa dalle 21:00 alle 6:30

Applicata su richiesta della Polizia di Stato la Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza nei confronti di una donna. La giovane destinataria del provvedimento era stata più volte arrestata e condannata per il reato di spaccio di stupefacenti.

«Il Questore di , dr. Domenico Condello, ha proposto l’adozione nei confronti di una ventisettenne residente nel capoluogo l’applicazione della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza. Dagli accertamenti eseguiti dal personale della Divisione Anticrimine della Questura, che ha curato pure l’istruttoria della proposta – si legge nel comunicato divulgato oggi dalla stessa Questura – era emerso che la donna risultava inserita in un contesto sociale all’interno del quale lo svolgimento di attività delittuose era la normalità.

Inoltre, dopo essere stata arrestata in diverse occasioni per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, per il quale veniva giudicata e condannata a seguito di rito abbreviato dal Tribunale di Latina alla pena di 2 anni e 7 mesi di reclusione, aveva continuato a vivere in maniera illecita.

Infatti nel mese di aprile di quest’anno è stata nuovamente sorpresa in possesso di sostanza stupefacente destinata allo spaccio, circostanza che ha evidenziato la spiccata propensione alla commissione di reati, risultata la sua unica fonte di reddito dal momento che la stessa non svolge alcuna attività lavorativa.

Il Tribunale Civile e Penale di Roma – Sezione specializzata nelle Misure di Prevenzione personali e patrimoniali, ha accolto in pieno la proposta formulata dal Questore di e ha disposto che la donna venisse sottoposta per due anni alla Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e con l’obbligo di permanere nel proprio domicilio dalle 21 della sera alle successive ore 6:30 del mattino».

Ti potrebbe interessare

Back to top button