FROSINONE

Ambulanze ferme davanti allo “Spaziani”, Amata: «Mancano strutture e organizzazione»

Per il consigliere provinciale sevono più fatti.

«Per fortuna che ci sta pensando la Lega con Nicola Ottaviani a risollevare la sanità della provincia di Frosinone. Con l’approvazione della finanziaria diventa ufficiale lo stanziamento di 35 milioni di euro per le strutture sanitarie del Basso Lazio».

È quanto dichiara Andrea Amata, capogruppo della Lega in Consiglio provinciale, che aggiunge: «Di contro però, rispetto a questa novità positiva, è di poche ore fa la grave criticità sulla questione ambulanze ferme davanti al “Fabrizio Spaziani” di Frosinone. Operatori del 118 che sono costretti ad aspettare le barelle per poter tornare in servizio. Barelle che vengono usate come posti letto provvisori».

Per il consigliere provinciale sevono più fatti: «Sicuramenteaffermaci sono professionisti di qualità, c’è un personale che fa tantissimi sforzi, ma manca il contesto, mancano le strutture, manca l’organizzazione che una Regione distratta non ha mai garantito.

Per il consigliere, in conclusione, «ha fatto di più Nicola Ottaviani in tre mesi, che Zingaretti in dieci anni. Mi dispiace per Alessio D’Amato, ma averlo indicato come candidato presidente è un evidente autogol perché gli ospedali della provincia di Frosinone non sono da zona retrocessione, sono già retrocessi a causa di responsabilità politiche non occultabili. Quindi la sanità laziale non può rilanciata da chi l’ha fatta sprofondare. Francesco Rocca, per anni responsabile della Croce Rossa, ha i requisiti per invertire la tendenza e garantire dignità e diritti ai cittadini del Lazio, e della provincia di Frosinone in particolare».

Back to top button