CRONACA

Boville Ernica: bambini alla scoperta del Borgo

Prosegue il progetto delle mini-guide turistiche, ideato da Comune e Biblioteca per la scuola primaria con l’aiuto della Pro Loco.

Mini guide alla scoperta del borgo, prosegue con successo il progetto realizzato dalla Biblioteca comunale con l’Istituto comprensivo e con la collaborazione della Pro Loco e della professoressa Maria Adelaide Albimonti. Positivo il bilancio tracciato dal sindaco Enzo Perciballi e dall’assessore alla Cultura, Istruzione e Biblioteca, Anna Maria Fratarcangeli per come sta procedendo l’iniziativa: «Lo scopo era quello di suscitare la curiosità dei bambini e stimolarli ad approfondire la conoscenza del patrimonio artistico e culturale del nostro paese. È stato bello vederli partecipi e interessati e sarà bello vedere partecipare anche gli altri fino alla conclusione del progetto che andrà ancora avanti per tutto il mese di dicembre».

«All’iniziativa – spiegano il sindaco e l’assessore all’Istruzione – stanno partecipando tutte le classi della scuola primaria dell’Istituto comprensivo. Le visite guidate iniziano dal chiostro comunale con i saluti istituzionali e la presentazione della biblioteca: ai bambini ricordiamo che è aperta a tutti e offre un servizio importante per cui li invitiamo a tornarci insieme ai genitori per prendere libri in prestito e scoprire le novità. Le visite proseguono lungo Corso Umberto fino a raggiungere la chiesa del patrono San Pietro Ispano. Qui ai bambini vengono mostrati, fra le altre cose, la cappella Simoncelli con il mosaico dell’Angelo di Giotto e la madonna del Bregno ma anche il sarcofago paleocristiano con raffigurato in bassorilievo il presepe più antico del mondo. La visita si conclude nella collegiata di San Michele Arcangelo in piazza Sant’Angelo. Ad ogni bambino, prima di uscire dal chiostro comunale viene regalato uno zainetto con sopra il titolo del progetto. È bello vedere i bambini contenti per il dono che ricevono e che si affrettano ad indossare ma, soprattutto, è bello vederli interessati: molti di loro fanno domande e cercano di approfondire. È meraviglioso anche vederli animare il paese con la loro presenza e le loro voci, dopo un periodo di così tanta lontananza».

Concludono Perciballi e Fratarcangeli: «Siamo orgogliosi di realizzare questo progetto ampio che, infatti, oltre a promuovere la biblioteca, mira alla promozione del borgo e alla valorizzazione delle bellezze artistiche, partendo proprio dai più piccoli perché sarà la loro curiosità a farli tornare per vivere il paese e perché no, a interessarli ancora di più per diventare così delle vere e proprie mini-guide turistiche. Un sentito ringraziamento per il loro impegno al bibliotecario Domenico Cervoni, alla pro loco del presidente Alberto Biasini e alla professoressa Maria Adelaide Albimonti per l’amore e l’attenzione con cui fa le guide ai bambini».

Ti potrebbe interessare

Back to top button