NOTIZIE

Frosinone, pulizia dei Piloni. A breve l’apertura del cantiere

«I Piloni diventeranno la cartolina della città», assicura l'assessore Rossella Testa.

Pulita e bonificata l’area dei Piloni, in via de Gasperi. Le operazioni, condotte dall’impresa specializzata con la supervisione dell’assessorato ai lavori pubblici e manutenzioni di Angelo Retrosi, costituiscono il necessario step di preparazione all’apertura del cantiere di riqualificazione del complesso storico della città di Frosinone, prevista nelle prossime settimane.

«Il progetto di restyling dei Piloni, approvato e finanziato con l’amministrazione Ottaviani, costituisce l’ultimo e fondamentale tassello di riqualificazione del centro storico dopo l’acquisto del teatro Nestor, la realizzazione della nuova sede dell’Accademia di Belle Arti, la ricostruzione del teatro Vittoria e l’apertura della nuova sede comunale a Palazzo Munari – ha dichiarato il Sindaco, Riccardo Mastrangeli – La riqualificazione delle storiche arcate del complesso possiede un valore, dal punto di vista identitario, per l’intera città, che potrà finalmente fruire pienamente di uno dei simboli stessi del capoluogo».

«L’intervento, dal punto di vista tecnico – ha dichiarato l’assessore Retrosi – prevede la messa in sicurezza idrogeologica dell’area dei Piloni e di largo Turriziani, con un investimento di circa due milioni di euro, totalmente finanziato dai fondi ministeriali. L’intervento sui Piloni prevede la messa in sicurezza sotto l’aspetto strutturale, idrogeologico e igienico-sanitario, con realizzazione di percorsi pedonali orizzontali e verticali. L’obiettivo, infatti, è di recuperare l’area risanando gli ambienti in armonia con l’identità storico–architettonica del complesso. Il percorso esterno, direttamente connesso con lo spazio urbano, in adiacenza con la strada, verrà completamente ridisegnato. Sarà costruito un nuovo percorso pedonale, collegato con l’area porticata interna al manufatto, che permetterà di realizzare un’unica passeggiata, attraverso le caratteristiche arcate. Il progetto prevede l’utilizzo, dunque, dei volumi esistenti – ha concluso Retrosi – Nel procedere al restyling, sono state privilegiate strutture leggere e non impattanti, per ricavare una serie di ambienti destinati alla socializzazione e ad attività professionali, funzionali e al tempo stesso accoglienti».

«A riqualificazione terminata, i Piloni diventeranno la cartolina della città – ha dichiarato l’assessore al centro storico, Rossella Testa – Le aree dei Piloni e di Largo Turriziani sono strategiche per completare l’articolato processo di valorizzazione della parte alta della città. Oggi se la gente è tornata ad innamorarsi della parte antica del capoluogo, se il centro storico è tornato di nuovo appetibile, se ha recuperato la sua dimensione di polo attrattore lo si deve ad un grande lavoro di studio e programmazione».

Leggi anche:

Ultime promo:

Back to top button