POLITICA

Nuovo CCNL Sanità Pubblica: la Cisl Fp Frosinone illustra i dettagli ai rappresentanti sindacali

Le dichiarazioni del Segretario Generale della Cisl Funzione Pubblica di Frosinone, Antonio Cuozzo, e del Responsabile Sanità Pubblica della Cisl Fp di Frosinone, Vincenzo Gaetani.

Una rappresentanza sindacale attenta e scrupolosa per il bene dei lavoratori passa attraverso la formazione continua e costante. È con questo spirito che è stata organizzata una giornata formativa sul nuovo contratto nazionale della sanità pubblica. Nella saletta adiacente la sala teatro dell’Asl di si è tenuto l’appuntamento voluto e organizzato dalla Cisl Fp di Frosinone con tutti i rappresentanti sindacali del comparto sanità della provincia.

Il nuovo contratto collettivo nazionale della sanità pubblica è fortemente innovativo e garantisce importanti diritti per i lavoratori del comparto, tra le altre cose: viene riscritto il sistema di classificazione, passando dalle attuali categorie alle nuove Aree, garantendo a tutto il personale nuove opportunità di crescita economica; definisce un nuovo sistema di incarichi, in grado di riconoscere competenze e responsabilità, completando quel percorso di innovazione avviato con il precedente rinnovo contrattuale; aggiorna il sistema indennitario ampliando la platea dei destinatari; riapre alla possibilità di accesso all’area superiore con selezioni interne; definisce nuovi diritti e consegna nuove opportunità alla contrattazione decentrata.

«Con la sottoscrizione del contratto collettivo della sanità pubblica si è arrivati al raggiungimento di un obiettivo molto importante per un comparto che, durante la fase acuta della pandemia, ha dimostrato la propria importanza e centralità – hanno osservato il Segretario Generale della Cisl Funzione Pubblica di Antonio Cuozzo e il Responsabile Sanità Pubblica della Cisl Fp di Frosinone Vincenzo Gaetani – In provincia di le criticità sono molte e nel corso del tempo abbiamo più volte parlato delle difficoltà che i lavoratori si trovano a vivere. Abbiamo sottolineato la necessità di procedure ai dovuti adeguamenti, di garantire le assunzioni per sopperire alla mancanza di personale, ma anche di fornire strumentazioni e sistemi adeguati. La Cisl Funzione Pubblica si batte da sempre su tutti questi temi e vogliamo continuare a farlo sempre al massimo. Per questo è fondamentale formare i nostri rappresentanti su tutte le novità introdotte dal nuovo CCNL».

Quella che si è svolta a è stato solo un primo appuntamento, come ha aggiunto il Segretario Cuozzo: «La giornata organizzata a Frosinone è stata un primo momento di confronto con tutti i nostri delegati. Abbiamo potuto illustrare il contratto collettivo che è stato sottoscritto, rispondere alle domande che ci sono state poste e ragionare sui primi provvedimenti da assumere. Una giornata importante che consentirà alla nostra organizzazione di essere sempre più incisiva per i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici. Prossimamente organizzeremo altri incontri formativi, uno presso il presidio territoriale di e l’altro presso il presidio territoriale di Cassino».

Back to top button