NOTIZIE

Truffe agli anziani: i Carabinieri incontrano i cittadini dando utili consigli per evitarle

Rivolgersi immediatamente alla Stazione Carabinieri o al 112, numero unico di emergenza europeo, al minimo sospetto di raggiro.

Prosegue l’attività di vicinanza e sostegno dei Carabinieri della Compagnia di Alatri verso le persone anziane. I militari della Stazione di Veroli, presso la sala Comunale “la Catena”, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo ed il Comune di Veroli, hanno incontrato la popolazione più vulnerabile per informarla e tutelarla contro le truffe.

Delinquenti senza scrupoli che ricorrono ad espedienti e raggiri di ogni tipo per indurre in errore le ignare vittime in modo da procurarsi ingiusti profitti. Si fingono avvocati, appartenenti alle FF.OO., assicuratori o altro, chiedono telefonicamente denaro per i familiari a loro dire in difficoltà ovvero simulano la consegna di finti pacchi postali commissionati da congiunti per farsi consegnare ingenti somme di denaro.

L’appello lanciato dal Comandante della Stazione Carabinieri di Veroli, Luogotenente C.S. Giovanni Franzese, ai cittadini, in special modo agli anziani che vivono da soli, è chiaro: rivolgersi immediatamente alla Stazione Carabinieri o al 112, numero unico di emergenza europeo, al minimo sospetto di raggiro. Se questo non fosse possibile rivolgersi ad un parente, amico o vicino di casa segnalando ogni forma di richiesta di denaro da chiunque venga effettuata e per qualsivoglia motivo in modo da poter mettere in atto adeguati interventi.

L’incontro, dove era presente l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Veroli, ha suscitato il particolare interesse delle molte persone intervenute, che hanno ringraziato per i consigli forniti e per l’opuscolo informativo ricevuto, che detta precise indicazioni per evitare di rimanere vittima del triste fenomeno. I Carabinieri, di tutti i reparti del Comando Provinciale di Frosinone, continuano a fornire il massimo impulso al contrasto a questo biasimevole ed odioso reato contro una categoria vulnerabile come quella degli anziani.

Leggi anche:

Ultime promo:

Back to top button