CRONACA

Fontana Liri – “Abbandono di persone incapaci”: marito e moglie finiscono a Rebibbia

La coppia dovrà scontare 5 anni di reclusione.

I Carabinieri di Fontana Liri (FR) hanno arrestato due coniugi residenti in nello stesso Comune, «definitivamente condannati a 5 anni di reclusione, per il reato di “Abbandono di persone incapaci”. La persona a cui non sono state prestate le cure era il padre dell’uomo della coppia arrestata, deceduto nel 2014.

Lo stato di particolare indigenza del genitore, allora 73enne e dimorante proprio con la famiglia di suo figlio – ha spiegato il Comando Provinciale in una nota divulgata oggi –  era stato segnalato ai Carabinieri da altro familiare, che si era presentato nel dicembre 2014 presso la Caserma “Alberto La Rocca” del Comando Provinciale di Frosinone, sporgendo formale denuncia.

I Carabinieri della Stazione di Fontana Liri, intervenuti nell’immediatezza, riscontrarono la veridicità della denuncia disponendo il trasporto dell’anziano presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di , ove decedeva dopo alcuni giorni.

La triste vicenda, dopo un processo arrivato fino al ricorso in Cassazione, che aveva rimandato il giudizio alla Corte di Assise di Appello di Roma, si è concluso con la Sentenza divenuta irrevocabile proprio la mattina dell’arresto; Sentenza con cui la suddetta Corte ha decretato definitivamente la condanna di entrambi a 5 anni di reclusione.

I Carabinieri appena ricevuto l’ordine che disponeva la carcerazione – conclude la nota dei militari dell’Arma – sono ritornati proprio in quell’abitazione, questa volta però hanno prelevato i due condannati, marito 52enne e moglie 44enne, che sono stati associati rispettivamente nelle Case circondariali di Lanciano e di Rebibbia»

Back to top button