NOTIZIE

Alatri – Bettazzi (sax soprano), Simonelli (violoncello) e Liberati (pianoforte), in ricordo di Mauro Paris

Il trio degli amici si esibirà con un programma incentrato sulle musiche di Astor Piazzolla, Stefania Tallini e Gerardo Jacoucci.

«Massimo Bettazzi, sax soprano, Maurizio Simonelli, violoncello, e Pietro Liberati, pianoforte, già compagni di studi a , vivono di Musica da quasi cinquant’anni. La gioia degli incontri e l’ebbrezza del giuoco si offrono al rigore di un pensiero che unisce il tempo e la memoria, affidando le ragioni della musica alla loro sapienza strumentale e alla confortante pienezza degli sguardi. Il Concerto diviene allora metafora di una società ideale: tre Amici raccolgono l’antica e ardua scommessa di affermare ciascuno le proprie doti disvelando nel contempo le qualità degli altri».

Lo scrive Antonio Poce, compositore già docente al Conservatorio di Frosinone, presentando il concerto che i “tre amici” hanno deciso di dedicare a un quarto amico, precocemente scomparso, Mauro Paris, docente anche lui al Conservatorio Licinio Refice e colonna portante di quel gruppo di giovani musicisti che ne sono stati i primi alfieri nel panorama dell’alta formazione musicale italiana.

Il trio degli amici si esibirà, con un programma incentrato sulle musiche di Astor Piazzolla, ma anche di Stefania Tallini e Gerardo Jacoucci. Il concerto si terrà Venerdì 28 ottobre alle 18 alla Sala della Biblioteca comunale di Alatri, gentilmente concessa, sotto l’egida del Conservatorio Licinio Refice e dell’Associazione Gottifredo.

«La grazia delle voci di Astor Piazzolla, di Stefania Tallini e del nostro amico Gerardo, – prosegue Poce – è il dono prezioso che essi ci offrono, desiderando rivelare nel canto ciò che altrimenti non potrebbe esser detto. Grazie a loro riscopriamo i pensieri più cari, le tenaci raffigurazioni di una vita, i nostri fantasmi più sottili, e un’infinita ansia di comunicare».

«Pietro, Maurizio e Massimo – è la conclusione del compositore – amano incontrarsi e, per noi, suoneranno ancora insieme. Con loro, sempre presente, un quarto amico. Mauro Paris, alla cui memoria il concerto è dedicato»

Back to top button