CRONACA

Arrestati due giovani per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio”

I due sono stati fermati dalla Polizia presso l’uscita del casello autostradale.

Gli agenti del Commissariato di P.S. di Cassino, nel corso di servizi finalizzati al controllo straordinario del territorio, hanno tratto in arresto due persone, che dovranno rispondere dell’ipotesi di reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Come riportato nella nota stampa divulgata dalla Questura di , nell’ambito dei servizi di controllo straordinari del territorio, predisposti dalla Questura, per prevenire e contrastare i reati di natura predatoria e quelli relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché contrastare i rischi per l’ordine pubblico connessi ad eventuali aggregazioni di giovanissimi che potrebbero rendersi protagonisti, a causa del consumo di bevande alcoliche e stupefacenti, di episodi violenti, è stato tratto in arresto dagli agenti del Commissariato di P.S. di un 29enne residente nella Città Martire.

L’uomo, a bordo della propria auto, è stato fermato presso l’uscita del casello autostradale e, nel corso del controllo, mostrava sin da subito un atteggiamento di insofferenza. Considerato che l’uomo, come verificato nell’immediatezza, aveva precedenti in materia di stupefacenti, gli agenti hanno effettuato maggiori accertamenti che hanno portato a rinvenire, nel giubbino che indossava, un panetto di un etto di hashish.

Dell’avvenuto arresto è stato informato il P.M di turno della Procura della Repubblica di che ne ha disposto gli arresti domiciliari. I controlli si sono estesi altresì al giovanissimo passeggero, suo concittadino, trovato in possesso di altri 225 grammi di hashish; anche nei confronti dello stesso, tratto in arresto, sono stati disposti gli arresti domiciliari. Per entrambi l’ipotesi di reato contestata è detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Back to top button