POLITICA

Ferentino città videosorvegliata: installate 14 nuove telecamere

I dispositivi si aggiungono a quelli già esistenti: un "Grande Fratello" (nel senso buono della definizione) che garantirà maggiore sicurezza alla comunità gigliata.

Una città videosorvegliata per garantire la sicurezza di centro e periferie, combattere il fenomeno del vandalismo e contrastare l’abbandono indiscriminato di rifiuti in aree non consone.

È per questo che l’amministrazione Pompeo ha installato, in questi giorni, 14 nuove telecamere di videosorveglianza che vanno ad aggiungersi a quelle già esistenti, dislocandole in diversi punti di , proprio per proteggere l’ambiente, fronteggiare il degrado, oltre che evitare il sorgere di discariche abusive a danno del decoro e della salubrità ambientale.

Si tratta, in particolare, di strumentazioni di ultima generazione per il foto-rilevamento h24 che vanno ad aggiungersi a quelle già installate in precedenza, e che sono state posizionate nelle seguenti zone:

  • via XX Settembre (nei pressi dell’Istituto Martino Filetico)
  • via Antico Tempio
  • via Consolare – Porta Montana
  • piazza Duomo – San Giovanni
  • via Consolare – Orto del Vescovo
  • via Consolare – Discesa Porta Sant’Agata
  • via Antiche Terme – Chiesa Santa Lucia
  • via Sabina (sotto la chiesa Santa Maria Maggiore)
  • via Antico Foro (a ridosso della circonvallazione Lolli Ghetti)
  • via Croce Tani Fumone – parcheggio Pareti (cimitero)
  • via Madonna degli Angeli (villette Dolmen)
  • via Valeria (area sottostante il parcheggio del Comune)
  • via Valeria
  • via Circonvallazione

Alcune di queste sono mobili proprio per essere utilizzate nelle aree e nei punti maggiormente soggetti alla formazione di discariche abusive.

“Un altro progetto che arriva a compimento – dice il sindaco – e che si va ad aggiungere a una prima azione di sorveglianza, già avviata nella nostra città. L’obiettivo è quello di contrastare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti, non soltanto in prossimità dei raccoglitori ma anche in quelle zone che, specie negli ultimi tempi, sono state luogo di discariche abusive, oltre a garantire la sicurezza dei residenti e il mantenimento di siti storici e monumenti. La nostra città deve essere tenuta pulita e decorosa, oltre che bella: per questo le telecamere da sole non saranno sufficienti, ma servono il contributo e la collaborazione di ciascuno di noi”.

Back to top button