Frosinone

Frosinone: 16 punti di sutura per l’agente della penitenziaria aggredito in carcere

Le dichiarazioni del Segretario Generale Fns Cisl Frosinone, Angelo Massaro.

«In riferimento all’aggressione avvenuta ieri pomeriggio nel carcere di Frosinone apprendiamo che l’assistente capo coordinatore della polizia penitenziaria è stato suturato con 16 punti. È noto il deficit qualitativo dell’attività lavorativa nell’ambito degli Istituti Penitenziari della provincia di Frosinone, dove i lavoratori si trovano ad essere, in molti casi, attore di disagi operativi.

Questi sono causati dall’inadeguatezza edilizia delle strutture penitenziarie e dalla crescente e cronica carenza di risorse umane. La situazione è sempre più drammatica, si rischia il collasso del sistema penitenziario, il sovraffollamento e la gravissima carenza degli organici, connotato dalla drammaticità degli eventi, sta compromettendo seriamente l’ordine e la sicurezza degli istituti penitenziari.

Esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà all’assistente capo coordinatore della polizia penitenziaria vittima dell’aggressione. La Fns Cisl Frosinone chiede a gran voce che occorre una adeguata azione da parte delle autorità politiche e amministrative emanando urgenti protocolli operativi di interventi a tutela del personale di polizia penitenziaria».

È quanto dichiara il Segretario Generale Fns Cisl Frosinone, Angelo Massaro

AUTO IN PROMOZIONE

Le offerte dal Gruppo Jolly Automobili

Scopri tutte le promozioni di questo mese o clicca qui per le auto usate e km 0 o clicca qui per il noleggio a lungo termine.

Back to top button