POLITICA

Giornata Mondiale degli Oceani: il messaggio del Sottosegretario MTE Ilaria Fontana (M5S)

La Sottosegretaria di Stato al Ministero della Transizione Ecologica: «I dati che derivano dalle attività di monitoraggio della Direttiva sulla Strategia Marina e svolte dalle ARPA, hanno ben fotografato la situazione rilevando una densità media di microplastiche di 179.023 particelle per km2».

«Il tema di quest’anno è “vita e sussistenza”. La conservazione dei mari e degli oceani necessita di due requisiti fondamentali, la conoscenza e la tutela. È indispensabile avere la massima comprensione della struttura degli ecosistemi e delle dinamiche che li governano e delle pressioni a cui vengono sottoposti e degli impatti che queste provocano. Ci sono temi che sono ormai diventati noti, come ad esempio il problema dei rifiuti in mare ed in particolare della plastica che ha sempre più negli ultimi anni assunto un ruolo centrale tra le pressioni a cui il genere umano sottopone gli ecosistemi marini.

È stato ormai accertato come la plastica in mare rappresenti una minaccia per la biodiversità marina: esemplari di uccelli, tartarughe, pesci e mammiferi marini restano spesso intrappolati nei rifiuti dispersi in mare e depositati sulle spiagge, come i sacchetti di plastica o le reti da pesca abbandonate; e ancora più frequentemente ingeriscono la plastica scambiandola per cibo e prede, con effetti di solito fatali.

Negli ultimi anni è poi apparso con drammatica chiarezza il problema costituito dalle microplastiche, veicolate nell’ambiente marino dai corsi d’acqua o derivanti dal frazionamento dalle plastiche presenti in mare: le microplastiche entrano nelle catene alimentari arrivando all’uomo. Alcuni ricercatori stimano che l’essere umano consumatore di pesce ingerisca in media circa 5 grammi di plastica a settimana.

I dati che derivano dalle attività di monitoraggio della Direttiva sulla Strategia Marina e svolte dalle ARPA, hanno ben fotografato la situazione rilevando una densità media di microplastiche di 179.023 particelle per km2. Inoltre sono 243 le specie aliene identificate nei nostri mari, di cui il 68% è ormai stabile lungo le nostre coste. Possiamo fare la differenza se uniti superiamo le barriere sociali attuando una vera e propria “ecologia integrale umana”».

Back to top button