CRONACA

Isola del Liri città cardio-protetta. Il Comune inaugura due nuove colonnine salvavita con Dae

«Queste ulteriori due punti salvavita rappresentano un ulteriore passo in avanti per tutta la cittadinanza in termini di tutela della salute pubblica», ha dichiarato il sindaco Massimiliano Quadrini.

Alla presenza del Sindaco della città di Isola del Liri Massimiliano Quadrini e del consigliere delegato dottor Giampaolo Tomaselli sono state inaugurate sabato due nuove postazioni salvavita. Le colonnine, dotate di defibrillatore semiautomatico, sempre a disposizione della comunità, sono state installate nei pressi della Caserma Carabinieri di via e all’incrocio con via Carnello, a Isola Liri Superiore. «Stiamo portando avanti con grande impegno e convinzione il progetto Città Cardioprotetta – spiegano il primo cittadino e il consigliere Tomaselli – L’obiettivo che ci siamo prefissati, ben consci dell’importanza di questi dispositivi e della capacità di agire in modo corretto quando si è di fronte ad una situazione di emergenza, è di riuscire a dotare tutta la città di colonnine salvavita.

Le prime due postazioni salvavita con Dae, grazie all’impegno dell’Associazione “Progetto Salute Città di Isola del Liri” e in collaborazione con l’amministrazione comunale sono state inaugurate qualche mese fa – spiegano ancora i due amministratori – e sono presenti lungo Corso e nei pressi del Comando di Polizia Locale e una in via Verdi. Ora, sempre grazie all’impegno dell’Associazione Progetto Salute, dotiamo il nostro comune di ulteriori due postazioni che abbiamo inaugurato sabato pomeriggio. Contestualmente a breve daremo l’opportunità di poter apprendere le tecniche di primo soccorso grazie ad un pacchetto di corsi che il Comune ha già acquistato. Inizialmente potranno parteciparvi i dipendenti pubblici e i commercianti ma subito dopo saranno aperti alla cittadinanza. Questo perché in determinate situazioni gli interventi e le manovre effettuate tempestivamente giocano un ruolo determinante. In particolare, manovre di primo soccorso possono essere determinanti rispetto alle possibilità di sopravvivenza di una persona».

«Queste ulteriori due punti salvavita rappresentano un ulteriore passo in avanti per tutta la cittadinanza in termini di tutela della salute pubblica – aggiunge il sindaco Massimiliano Quadrini – Grazie alla diffusione capillare sul nostro territorio dei defibrillatori sarà possibile aiutare in caso di malore, aumentando così le probabilità di sopravvivenza. Chiunque potrà contare su questi apparecchi che abbiamo voluto rendere particolarmente visibili con le colonnine colorate. In questo modo la cittadinanza li memorizza facilmente e in caso di necessità ricorderà dove recuperare gli apparecchi salvavita».

Foto: Romolo Lecce

Ti potrebbe interessare

Back to top button