NOTIZIE

La Pasticceria Dolcemascolo rappresenterà il Lazio a Torino durante il Salone del Gusto 2022

Presente per la quarta volta al Salone del Gusto di Torino, quest’anno la Pasticceria Dolcemascolo sarà portavoce del rapporto tra Biodiversità laziale ed Alta Pasticceria Italiana.

Dal 22 al 26 Settembre la Pasticceria si trasferisce in Piemonte per rappresentare il Lazio al Salone del Gusto 2022, la fiera sulla Biodiversità più importante d’Italia organizzata dal progetto Terra Madre di SlowFood, nella cornice del Parco Dora di Torino.

«Rappresentare la Regione Lazio al Salone del Gusto di Torino significa per noi essere ambasciatori di un territorio ricco di tradizioni gastronomiche, di materie prime e produttori unici, che da oltre 30 anni valorizziamo nelle nostre lavorazioni di Alta Pasticceria», racconta Matteo Dolcemascolo, responsabile di produzione nel LAB e lievitista emergente nel panorama italiano dei Grandi Lievitati.

Tra le proposte presentate dalla Pasticceria al Salone del Gusto 2022, oltre ai Cornetti all’italiana e al Maritozzo, dolce rappresentativo del Lazio che conserva la tradizionale lavorazione a mano, la farcitura con uvetta e la tipica forma allungata, ci sarà l’anteprima dei nuovi prodotti inseriti in catalogo per il prossimo Natale 2022; caratterizzati ancora una volta da una selezione delle migliori materie prime sul mercato e dalla ricerca sulle tecniche di lavorazione.

Un ampliamento dell’offerta che vede anche l’introduzione delle creme spalmabili nei gusti al pistacchio e nocciola, oltre che i torroni nella versione bianco morbido al pistacchio di Sicilia, alle mandorle e alle nocciole. A 32 anni dall’inizio dell’attività di famiglia, parole come biodiversità, stagionalità e sostenibilità si riconfermano paradigmi fondamentali di una realtà che lavora nell’artigianato delle produzioni agroalimentari laziali e nel settore dell’Alta Pasticceria italiana.

«Dalla progettazione del BioOrto nel 2014, il dehor della nostro punto vendita di , adibito ad orto della casa per la coltivazione di erbe aromatiche con angolo fiorito per favorire l’impollinazione, è stato chiaro l’obiettivo che avrebbe caratterizzato tutto il nostro lavoro futuro: contribuire alla conservazione della biodiversità locale, creare un’economia circolare nel sistema Dolcemascolo per consentire una maggiore sostenibilità aziendale e ridurre l’impatto sull’ambiente, oltre che valorizzare il lavoro del pasticcere attraverso la selezione e l’utilizzo delle migliori materie prime locali per realizzare dolci di Alta Pasticceria e proposte salate che serviamo nelle diverse fasce orarie; dalla colazione, al brunch e pranzo, fino all’aperitivo serale», aggiunge Simone Dolcemascolo, CEO e Manager della Pasticceria Dolcemascolo.

Nel corso degli anni Dolcemascolo si è impegnato per promuovere il territorio al di fuori dei confini del Lazio ed ha portato all’interno innovazioni dal resto d’Italia e dall’estero, oltre ad aver costruito una rete di connessioni tra fornitori locali e piccole realtà agricole che confluiscono negli spazi della Pasticceria Dolcemascolo, per rappresentare un polo di eccellenza enogastronomica tanto caro al flusso del turismo estivo ed offrire solo il meglio delle località a sud di trasformato con attenzione negli spazi del Dolcemascolo LAB.

Back to top button