POLITICA

Roccadarce, Santopadre, Monte San Giovanni Campano, Pescosolido, Anagni, Paliano, Castro dei Volsci e Pofi: lavori per 1,8 milioni su strade e ponti

Tutti i dettagli degli inteventi della Provincia di Frosinone.

Il presidente della Provincia di Frosinone, , ha firmato cinque nuovi decreti con i quali dà approvazione ai progetti di fattibilità tecnico-economica riguardanti interventi in programma su strade e ponti di competenza dell’Ente che interessano i comuni di Roccadarce, Santopadre, Monte San Giovanni Campano, Pescosolido, Anagni, Paliano, Castro dei Volsci e Pofi.

Nel dettaglio si tratta di:

  • Intervento di messa in sicurezza del cedimento stradale a valle del km.4+580 sulla S.P.63 Roccadarce-Santopadre
  • Intervento di messa in sicurezza e sistemazione del piano viabile dal km 4+900 al km 5+600 della S.P.114 Accesso nord a Monte San Giovanni Campano
  • Realizzazione muro di contenimento, per il ripristino delle condizioni di sicurezza stradale, al km 5+200 della S.P. 95 Accesso a Pescosolido
  • Lavori di sistemazione e di messa in sicurezza dei ponti situati al km 2+390 e al km 3+680 della S.P. -Paliano. In questo caso gli interventi saranno eseguiti su nuovi muri in cemento armato per rinforzare le arcate lesionate; sarà demolito e sostituito il vecchio parapetto con barriera di protezione metallica e si procederà al rifacimento del manto stradale interessato
  • Installazione delle barriere di sicurezza al km.8+450 della S.P.15 Castro Pofi Casilina, per ripristinare le condizioni del tratto stradale interessato

L’importo totale di tutti i lavori ammonta ad oltre un milione e ottocentomila euro.

“Con l’approvazione di questi progetti di fattibilità tecnico-economica – sottolineano il presidente Pompeo e la consigliera delegata alla Viabilità Di Pucchio – l’Ente continua la sua azione di monitoraggio, miglioramento e messa in sicurezza delle strade e delle infrastrutture provinciali, rispondendo alle esigenze dei territori e dei loro amministratori, dimostrando di svolgere quotidianamente il suo ruolo di Casa dei Comuni”.

Back to top button