Frosinone

Serie B ventiseiesima giornata: dal paradiso all’inferno è questione di poco

Classifica molto "liquida": bastano un paio di errori e dall'inebriante profumo del paradiso si sente quello acre dell'inferno.

La ventiseiesima giornata del campionato di Serie B prenderà il via dal “Benito Stirpe”, dove, venerdì 24 Febbraio alle ore 20:30, scenderanno in campo Frosinone e Parma. Contemporaneamente, all’Arena Garibaldi, in campo Pisa e Perugia.

Il programma della 26a giornata

  • Pisa-Perugia (24/02/22 ore 20:30)
  • Frosinone-Parma (24/02/22 ore 20:30)
  • Brescia-Bari (25/02/23 ore 14:00)
  • Venezia-Cagliari (25/02/23 ore 14:00)
  • Südtirol-Palermo (25/02/23 ore 14:00)
  • Como-Cosenza (25/02/23 ore 14:00)
  • Reggina-Modena (25/02/23 ore 14:00)
  • Ternana-Cittadella (25/02/23 ore 14:00)
  • Genoa-Spal (25/02/23 ore 16:15)
  • Ascoli-Benevento (26/02/23 ore 16:15)

Classifica aggiornata

  • Frosinone 55
  • Genoa (-1) 43
  • Bari 40
  • Südtirol 40
  • Reggina 39
  • Cagliari 36
  • Pisa 35
  • Palermo 35
  • Modena 35
  • Ternana 34
  • Parma 34
  • Ascoli 32
  • Cittadella 30
  • Perugia 29
  • Como 28
  • Venezia 28
  • Benevento 26
  • Brescia 25
  • Spal 25
  • Cosenza 23

FrosinoneParma – I Leoni sono primi in classifica con 55 punti e un rassicurante vantaggio di +12 sul Genoa e di +15 su Bari e Südtirol. La squadra guidata dall’eroe di Dortmund e Berlino, mister Fabio Grosso, naviga vele spiegate verso la massima serie, del resto non potrebbe essere altrimenti con un margine del genere ad appena 13 partite dalla fine della regular season. Ma occhio alle insidie, perché il calcio ha dimostrato più volte di essere una scienza inesatta!

È vero che i giallazzurri vantano la miglior difesa del torneo con appena 14 reti, così come è ottimo lo score realizzativo della squadra diretta dal trainer Campione del Mondo nel 2006, grazie a un reparto avanzato che è il secondo del torneo con appena una rete segnata in meno rispetto a quello del Bari. È altresì vero, però, che ci sono ancora 39 punti a disposizione e che il vantaggio accumulato, nonostante sia abbondante, non è ancora sufficiente per srotolare le bandiere e uscire a clacson spiegati per la città. Calma e sangue freddo, testa bassa e pedalare.

Una cosa, però, si può dire: questo primato è figlio soprattutto del raggiungimento della condizione di regime da parte della squadra proprio dopo la sconfitta dell’andata al Tardini. Era il 1° Ottobre e da quel giorno in poi il Frosinone ha perso solo una volta ancora: a Marassi contro il Genoa. La regolarità, caratteristica che nessuna delle altre pretendenti è riuscita a eguagliare, ha permesso alla squadra giallazzurra di prendere il largo e dirigersi verso le placide acque della Serie A. Che però sono ancora lontane.

Dal paradiso all’inferno è questione di pochi punti

A parte il Frosinone, c’è un fatto curioso e nel contempo stressante (per tifosi e squadre) che caratterizza l’attuale campionato di Serie B: la “liquidità” della classifica. È un torneo molto equilibrato quello 2022/23, nel quale si passa dal sogno playoff all’incubo Serie C a distanza di poche settimane. Diverse squadre che qualche giornata fa erano nelle posizioni di vertice, infatti, oggi sono in zona playout o non lontane da essa. Non solo: tra la prima casella che vale gli spareggi per la permanenza in categoria e l’ultima che vale i playoff per la A ci sono appena 7 punti. Traduzione: bastano un paio di errori e dall’inebriante profumo del paradiso si sente quello acre dell’inferno.

AUTO IN PROMOZIONE

Le offerte dal Gruppo Jolly Automobili

Scopri tutte le promozioni di questo mese o clicca qui per le auto usate e km 0 o clicca qui per il noleggio a lungo termine.

Back to top button