DALL'ITALIA

4 arresti cardiaci per un escursionista ferito: straordinario intervento nottutno del Soccorso Alpino

Sono state necessarie 12 ore di lavoro per riuscire a portare il paziente in salvo, da quota 2.400 metri fino all'ambulanza. All'operazione hanno operato complessivamente 15 tecnici, un medico e due infermieri.

I tecnici del e Speleologico Piemonte – CNSAS hanno compiuto questa notte un intervento estremamente complesso in Valchiusella, in provincia di Torino. La chiamata di emergenza è stata lanciata ieri sera intorno alle 19:00 da un escursionista il cui compagno era caduto riportando un grave trauma cranico facciale nella zona dell’Alpe degli Orti, intorno a quota 2400 metri al fondo di un vallone isolato e impervio.

Poiché l’orario e le condizioni meteorologiche non consentivano un recupero aereo, si sono preparate le squadre a terra che sono partite a piedi da frazione Fondo. Una prima squadra ha raggiunto l’infortunato intorno alle 22:30, circa mezz’ora dopo è giunta una seconda squadra di cui facevano parte due infermieri. Il paziente era cosciente ma in condizioni gravi, manifestando anche i sintomi dell’ipotermia per cui è stato stabilizzato tramite immobilizzazione spinale e imbarellato per iniziare il trasporto verso valle. Il trasferimento era complicato dal buio e dal terreno molto impervio che richiedeva l’utilizzo di manovre alpinistiche per assicurare con le corde la discesa della barella e dei tecnici che la trasportavano.

Nel frattempo è giunta sul posto una terza squadra con un medico. È stato necessario iniziare un trattamento farmacologico endovenoso del paziente che durante il trasporto è andato in arresto cardiaco. È stato quindi intubato e rianimato con massaggio cardiaco e ventilazione manuale prima di riprendere il lungo cammino verso valle.

Con un particolare ecografo collegato allo smartphone del medico, le sue condizioni venivano monitorate in tempo reale e hanno consentito di rianimarlo in altre due occasioni, dopo che era nuovamente andato in arresto cardiaco, nel corso della discesa. Intorno alle 6:30 di questa mattina, dopo quasi 12 ore di operazione, le squadre hanno raggiunto la frazione Fondo dove il paziente è stato consegnato all’autoambulanza per il trasferimento in ospedale. Hanno operato complessivamente 15 tecnici, un medico e due infermieri.

Back to top button