CRONACA

Alessandra Buonanno: da Cassino alla medaglia Dirac

I complimenti di Ilaria Fontana, Sottosegretaria di Stato presso il Ministero della Transizione Ecologica. Dal 2005 la Buonanno è docente presso l’Università del Maryland e dal 2014 dirige l’Istituto Max Planck per la fisica gravitazionale di Potsdam, in Germania. È la prima donna italiana ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento.

«Complimenti alla prima donna italiana Alessandra Buonanno che ha ricevuto la medaglia Dirac, assegnata ogni anno dall’ICTP (International Centre of Theoretical Physics) a partire dal 1985 a scienziati che si siano distinti nel campo della fisica teorica o della matematica.

Nata a Cassino, in provincia di , nel 1968, dopo aver conseguito la laurea in fisica all’Università di Pisa nel 1993 e il dottorato di ricerca presso la stessa università nel 1996, Alessandra Buonanno ha lavorato come ricercatrice in numerosi istituti prestigiosi quali il CERN (Conseil européen pour la recherche nucléaire), l’IHES (Institut des Hautes Études Scientifiques) e il California Institute of Technology.

Dal 2005 è docente presso l’Università del Maryland e dal 2014 dirige l’Istituto Max Planck per la fisica gravitazionale di Potsdam, in Germania.

Alessandra Buonanno è stata premiata per il suo contributo alla ricerca che ha permesso di scoprire le onde gravitazionali, in particolare per avere stabilito le proprietà delle onde gravitazionali prodotte quando due stelle o due buchi neri ruotano uno attorno all’altro per poi fondersi».

Back to top button