POLITICA

BOVILLE ERNICA – Primaria “Di Cosimo”: 70 mila euro per l’adeguamento antincendio

Progetto esecutivo e successivi lavori daranno più sicurezza alla scuola.

Adeguamento alla normativa antincendio nella Primaria Capoluogo Alfredo Di Cosimo, un intervento da 70 mila euro permetterà di rendere più sicure le vie di uscita, le aule e gli altri spazi comuni. La Giunta comunale ha già approvato il progetto di fattibilità ed è in fase di redazione il progetto esecutivo. Iter burocratico giunto quasi al termine, dunque. Poi si procederà con i lavori. Il sindaco, Enzo Perciballi, e il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici e all’Urbanistica, Benvenuto Fabrizi, spiegano lo stato dell’arte.

“Il progetto prevede il completamento dell’adeguamento alla normativa antincendio. – Spiega l’assessore Fabrizi. – L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di rendere la scuola più sicura, per tutelare i nostri ragazzi e le persone che vi lavorano, con il potenziamento e la revisione dell’impianto che già esiste ma soprattutto con l’adeguamento degli spazi che ne sono sprovvisti. Gli edifici scolastici sono il luogo dove gli scolari e i loro educatori trascorrono oltre metà del loro tempo ed è dovere dell’Amministrazione tutelarli”.

INTERVENTI DA REALIZZARE

È il sindaco Perciballi a entrare nel vivo del progetto: “Verrà adeguata l’uscita principale con l’eliminazione dei gradini esterni davanti alla porta, grazie alla realizzazione di un pianerottolo e di una rampa di collegamento al piazzale, con pavimento antiscivolo e con una pendenza minima per garantire sia il deflusso delle persone, sia l’abbattimento delle barriere architettoniche per i disabili”.

“Anche il portone principale e le porte delle aule verranno sostituite con altre dotate di maniglione antipanico e di apertura verso l’esterno per garantire un più agevole deflusso in caso di pericolo. Più sicurezza anche per il locale termico con la realizzazione di una parete tagliafuoco senza comunicazione verso l’interno e sostituzione della porta per consentire l’areazione”.

“Per quanto riguarda l’impianto di illuminazione di emergenza verranno installate lampade nei locali attualmente sprovvisti (come, per esempio, i servizi igienici e i laboratori) e lampade di emergenza a bandiera con segnalazione delle vie di fuga nelle aule, lungo il tragitto e sulle uscite di emergenza. Negli ambienti più a rischio, anche se non previsto dalla legge, valuteremo l’opportunità di installare rilevatori di fumo. Verrà completata la segnaletica antincendio per meglio identificare le uscite, la presenza degli idranti e degli estintori e i divieti. Non meno importante la segnalazione sul pavimento degli spazi di apertura delle varie porte in modo che restino liberi. Prevista anche la manutenzione degli idranti: verranno sostituite le parti danneggiate. Tutto questo per una maggiore sicurezza dei nostri bambini” conclude il primo cittadino.

Back to top button