NOTIZIE

FP CGIL: «Osservazioni su Atto Aziendale Asl Frosinone»

«Viene istituito - spiegano De Blasis e Salzano - un Dipartimento Salute della Donna, del bambino e dell’ età evolutiva che in realtà unifica solamente le due Pediatria di Sora e di Cassino. Siamo contrari alla fusione della UOC Radiologia degli Ospedali di Sora e Cassino, sia per quanto riguarda la distanza dei due poli Ospedalieri e, di conseguenza, la criticità nella gestione contemporanea di entrambi i servizi».

«La Fp Cgil di Latina, dopo una attenta analisi, riguardo il nuovo atto aziendale della Asl di evidenzia le seguenti criticità:

Ci saremmo aspettati un potenziamento di appeal dell’ Ospedale di con l’ istituzione di un Dipartimento di Neuroscienze visto che la UOC di Neurochirurgia ha un casing tra i primi della Regione Lazio e di avere un Dipartimento di eccellenza che andrebbe ad avere area Testa-Collo, Maxillo-facciale e la Neurologia.
Non si comprende la necessità di avere due UOC Medicina nello stesso polo Frosinone-Alatri mentre non si prevede una Chirurgia di urgenza allo Spaziani di Frosinone. Ribadiamo la necessità di avere una Ortopedia/Traumatologia presso gli Ospedali di Frosinone e Cassino.

Purtroppo si evince un arretramento sui servizi dell’ Area Materno infantile territoriali, visto che si cancella la UOC Tsmree ed istituisce 2 UOSD “fotocopia” con funzioni e compiti sovrapponibili differenziandosi solo dalla denominazione “NORD” e “SUD”.

Viene istituito un Dipartimento Salute della Donna, del bambino e dell’ età evolutiva che in realtà unifica solamente le due Pediatria di e di Cassino, la Uosd Consultori e percorso nascita e la Uosd cardiologia pediatrica. Si ricorda che si tratta di due presidi ospedalieri (Sora-Cassino) e che il DEA di I livello ha bisogno, per essere tale, di una UOC di Pediatria.

Per l’Ospedale di Cassino, considerata la situazione del territorio è fondamentale la nascita di un Dipartimento di Onco-Ematologia. Ad oggi, in pochissimo tempo l’ambulatorio di Ematologia ha in carico circa 1000 pazienti, pertanto un potenziamento è necessario per rispondere in maniera efficiente al fabbisogno di salute del territorio del Basso Lazio.

Siamo contrari alla fusione della UOC Radiologia degli Ospedali di e Cassino, sia per quanto riguarda la distanza dei due poli Ospedalieri e, di conseguenza, la criticità nella gestione contemporanea di entrambi i servizi. Per la nuova UOSD telemedicina si evidenzia che la stessa è una struttura ampiamente trasversale per competenze, obiettivi e target, poiché spazia dalla Cardiologia alla Radioterapia, per una assistenza integrata. Data la sua valenza sarebbe stata opportuna la sua assegnazione nella Direzione Strategica Aziendale e la previsione della telemedicina cardiologica che andrebbe a rispondere alle necessità del territorio».

È quanto riportato in un comunicato stampa di FP CGIL Frosinone-Latina, a firma del Coordinatore dei Medici, Virgilio De Blasis, e del Segretario Generale, Giovanni Salzano.

Back to top button