POLITICA

Frosinone, uno zaino solidale per le famiglie

La raccolta verrà effettuata presso le scuole del territorio comunale, Primaria e Secondaria di primo grado, in modalità del tutto libera e anonima durante i primi giorni di scuola, dal 12 al 19 settembre 2022.

Uno zaino solidale con il materiale necessario per la scuola, che sarà distribuito, in maniera riservata e discreta, a chi ha più bisogno: questa l’iniziativa portata avanti dal Comune di Frosinone, su indirizzo del sindaco, , con gli assessorati ai servizi sociali e all’istruzione, coordinati rispettivamente da Fabio Tagliaferri e Valentina Sementilli.

“La scuola è il luogo dell’apprendimento, della socializzazione, della crescita, ma anche dell’inclusione e della solidarietà. Con la realizzazione di iniziative come lo ‘zaino solidale’, il Comune di intende sostenere ogni azione di supporto reciproco e mutuo aiuto nella nostra comunità, assicurando l’attuazione del piano nazionale per il benessere dello studente, creando occasioni di uguaglianza, collaborazione e pari opportunità tra gli studenti del territorio”, ha dichiarato il sindaco Mastrangeli.

“Ci confrontiamo quotidianamente con le persone che si rivolgono agli uffici comunali e lavorando, ogni giorno, per dare risposte concrete alle esigenze di tutti i cittadini – hanno dichiarato gli assessori Sementilli e Tagliaferri – Era necessario attuare, urgentemente, azioni fattive in grado di offrire sostegno immediato alle famiglie che stanno vivendo difficoltà economiche che, inevitabilmente, hanno ripercussioni anche sulle spese destinate ai propri figli. Abbiamo quindi promosso lo zaino solidale con lo scopo di raccogliere materiale scolastico presso gli istituti, procedendo, in un secondo momento, alla distribuzione di quanto raccolto, in maniera riservata”.

La raccolta, infatti, verrà effettuata presso le scuole del territorio comunale, Primaria e Secondaria di primo grado, in modalità del tutto libera e anonima durante i primi giorni di scuola, dal 12 al 19 settembre 2022. Per ogni plesso saranno allestiti appositi punti di raccolta con scatoloni facilmente riconoscibili. Il materiale scolastico sarà ritirato da addetti comunali.

In primo luogo, si procederà alla distribuzione presso gli studenti che fanno capo ai Servizi Sociali e alle Case Famiglia, in secondo luogo si procederà alla donazione alle Parrocchie, alle Associazioni di Categoria e ai Dirigenti dei quattro Istituti Comprensivi. “Ogni studente – hanno concluso Sementilli e Tagliaferri – avrà la consapevolezza di aver fatto parte di un progetto di sostegno e di aiuto che vede protagonisti in maniera congiunta il Comune di e le famiglie”.

Ti potrebbe interessare

Back to top button