Cassino

Lite in casa: un ferito. 33enne passa dai domiciliari al carcere

L'uomo dovrà chiarire ai giudici del Tribunale di Cassino il motivo del suo comportamento.

«Domenica 29 gennaio scorsa, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. di Cassino hanno arrestato un 33enne originario del posto, già noto alle forze dell’ordine, che si è volontariamente allontanato dalla propria abitazione ove era detenuto.

L’uomo – spiega il Comando Provinciale di Frosinone in una nota divulgata oggi – sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’appartamento che condivide con la moglie, a seguito di un litigio con quest’ultima avvenuto la sera precedente, ha deciso di allontanarsi da casa e, per farlo, ha colpito il padre della donna, giunto per sedare gli animi, facendolo rovinare al suolo e fratturandogli un arto, per poi allontanarsi indisturbato.

All’arrivo dei carabinieri, il 33enne è risultato irreperibile, motivo per cui i militari hanno iniziato delle serrate ricerche che si sono concluse l’indomani con l’arresto dell’uomo che dovrà chiarire ai giudici del Tribunale di Cassino il motivo del suo comportamento e, nell’attesa, è stato accompagnato presso la locale casa circondariale. Continua l’impegno dei carabinieri della Compagnia di Cassino nel contrasto di ogni forma illegalità in risposta alla domanda di sicurezza della cittadinanza».

AUTO IN PROMOZIONE

Le offerte dal Gruppo Jolly Automobili

Scopri tutte le promozioni di questo mese o clicca qui per le auto usate e km 0 o clicca qui per il noleggio a lungo termine.

Back to top button