CRONACA

Nipote farlocco che chiede soldi: ancora un recupero di denaro e gioielli da parte della Polizia

La signora Giovannina ha avuto indietro tutti i suoi averi. Visibilmente emozionata, ha ringraziato i suoi "angeli della strada".

La Polizia di Stato riporta la serenità ad una persona anziana riconsegnandole quanto le era stato preso con l’inganno. Era lo scorso 25 ottobre quando la signora Giovannina rimaneva vittima del solito raggiro della telefonata.

Dall’altro capo del telefono un uomo, che fingendosi suo nipote, la supplicava di avere bisogno di denaro contante per risolvere problemi legali, a distanza di poco tempo poi, la signora veniva contattata da un individuo che si presentava come impiegato delle poste e le diceva di esser venuto a ritirare i soldi e i monili destinati a risolvere la delicata vicenda.

I due malfattori – ha spiegato la Questura di in una nota – venivano intercettati lungo l’autostrada A1 ed arrestati dagli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino. A distanza di pochi giorni, invitata presso gli uffici della Sezione Polizia Stradale Viterbo la signora Giovannina, incontrava gli agenti che avevano recuperato i suoi averi, emozionata ed incredula ringraziava i suoi «angeli della strada».

Back to top button