POLITICA

Qualità della vita, Ilaria Fontana: «Il nostro obiettivo deve essere il “bes”, benessere equo e sostenibile»

«Stiamo disegnando un nuovo approccio fatto di valori, ideali e visioni, andando oltre le logiche contabili».

«Il periodo che stiamo vivendo ci sta insegnando che necessariamente dobbiamo ridefinire le priorità delle nostre vite e i nostri stili di vita. Come Istituzioni tutte dobbiamo tracciare una nuova meta, quella della promozione di un Benessere che sia davvero equo e sostenibile. Un concetto complesso e la sua governance necessita di una strategia che tenga conto di questa complessità. Elaborare specifiche metodologie e linee guida per la rilevazione e la misurazione degli indicatori della qualità della vita richiede un impegno costante e duraturo.

L’intento è quello di un approccio non più unilaterale o settoriale alle singole tematiche perchè per intervenire bisogna conoscere e per farlo è necessario utilizzare le lenti della complessità. Il nostro obiettivo deve essere il benessere equo e sostenibile, il bes: un indice, sviluppato per valutare il progresso di una società non solo dal punto di vista economico, come ad esempio fa il PIL, ma anche sociale e ambientale e corredato da misure di disuguaglianza e sostenibilità.

Stiamo disegnando un nuovo approccio fatto di valori, ideali e visioni, andando oltre le logiche contabili. La salvaguardia dell’ambiente, la lotta all’inquinamento, l’adattamento alle variazioni del clima, dobbiamo imparare che hanno un ruolo prioritario sul benessere e sulla salute della popolazione. Dobbiamo fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per tutelare e valorizzare le risorse ambientali consentendo di ridurre sempre più le diseguaglianze sociali».

Fonte: Ilaria Fontana Facebook

Back to top button