CRONACA

Il post perfetto su Facebook? Ecco qualche dritta

La leggenda metropolitana secondo la quale l’informatica, in tutti i suoi aspetti, compresi gli ambiti di Internet e più nello specifico del Web Marketing, sia una cosa banale e portata di tutti, è come la definizione di “Corazzata Potëmkin” di fantozziana memoria...

Il post perfetto su Facebook? A saperlo! A quest’ora avremmo già fatto un’offerta a Mark Zuckerberg per rilevare la sua celebre piattaforma. E allora come si procede per avere tanti like, share e commenti? Possibile che non ci sia una strategia più funzionale delle altre? Certo che c’è! E non è unica, ma ce ne sono molte. L’importante è che nel praticarle non si dimentichino mai due aspetti fondamentali:

  • l’attenzione maniacale nel “confezionare” un post, alias passione;
  • la voglia, fermo restando l’utilizzo di alcuni principi “basic”, di sperimentare continuamente cercando capire il comportamento dell’algoritmo, alias… passione!

Dunque, avrete già capito che se questo lavoro non vi piace, non gli dedicherete molto tempo. E così facendo i vostri post saranno un flop totale. Va da sé che il discorso è estensibile anche ai social media manager “fai da te”, quelli che sostengono di saperne come e quanto chi fa questo lavoro da tanti anni.

Spiaze”, ma non è così. La leggenda metropolitana secondo la quale l’informatica, in tutti i suoi aspetti, compresi gli ambiti di Internet e più nello specifico del Web Marketing, sia una cosa banale e portata di tutti, è come la definizione di “Corazzata Potëmkin” di fantozziana memoria, ci siamo capiti no? Prendetela per un dogma questa frase, indipendentemente dal fatto che io vi stia simpatico o meno. È così, fine.

E allora, alla luce di un’esperienza quasi ventennale con Facebook, qual è il post perfetto? Non esiste, punto.

Esistono, invece, forme di comunicazione più o meno efficaci per stimolare la reazione di chi legge. Qualche esempio:

  • Una foto magnifica, ma anche capace di emozionare.
  • Un banner che trasmetta, attraverso la grafica e i colori, sensazioni positive. Faccia esclamare: però, figo!
  • Un testo che tocchi delicatamente i nervi scoperti delle persone, ma senza esagerare.
  • Un video che parli di qualsiasi cosa, ma senza trascurare quei pochi frame che colpiscono al cuore.

A seguire, ci sono naturalmente le varie indicazioni da libretto di istruzioni, tipo l’ora in cui postare, gli hastag, le faccine e suppellettili varie. Qui potete sperimentare quanto volete: alla luce dei risultati ottenuti in termini di persone raggiunte, avrete la vostra analisi e trarrete le giuste conclusioni su come procedere in seguito, sempre se non vi sarete già scoraggiati…

Al contrario, ciò che bisogna valutare molto attentamente prima di aprire e iniziare a gestire la propria pagina social, è la quantità di passione che si sprigiona nel far crescere il proprio progetto di web marketing. L’entusiasmo deve essere costante, la mente deve essere sempre in fermento per cercare e sperimentare nuove soluzioni inerenti alla pubblicazione dei post.

Fare social media marketing è un’arte che richiede concentrazione, fantasia, cura dei dettagli e tantissima professionalità: dalla scelta dei migliori social per noi alla gestione di profili e pagine varie. Non è per tutti e a volte non lo è neanche per noi che lo facciamo di mestiere.

Se volete approfondire il discorso per una consulenza gratuita, chiamatemi al seguente numero verde: 800 090501 (Lun-Ven 9:00/13:00 e 15:00/19:00).

Ing. Lorenzo Mascolo

Ti potrebbe interessare

Back to top button